“La bellezza, di natura è moneta.
Essa non deve andare sepolta, ma restare in corso”.

John Milton, 1608-1674. Scrittore e poeta inglese

La N.I.A. Numismatici Italiani Associati è un’Associazione con riconoscimento giuridico, senza scopo di lucro, che si propone di promuovere, agevolare e diffondere lo studio, la ricerca, la raccolta e lo scambio di notizie in merito a monete, a pesi monetari, a medaglie e tessere in genere.

Diffondere il sapere è un obiettivo primario della nostra Associazione.

20 giugno 2019
In merito a quanto accaduto durante l’ultima manifestazione Veronafil, la NIA ha ritenuto opportuno assumere l’iniziativa di mettere al corrente la Prefettura e l’Associazione Scaligera dei fatti occorsi. Questo al fine di evitare per il futuro il succedersi di altri fatti così gravi.

Lettera alla Prefettura
Lettera all’Associazione Scaligera

Risposta della Prefettura
Risposta dell’Associazione Scaligera

Comunicazione ai soci NIA e a tutti i collezionisti e commercianti numismatici

Oggi, con la possibile approvazione dal parte del Senato del d.d.l. Orlando-Franceschini, che in tal modo diverrebbe legge dello Stato, sono state lanciate varie petizioni per tentare di arginarne gli effetti negativi per il collezionismo. In realtà però il distinguo riguarderebbe, in buona sostanza, la definizione troppo opinabile di “bene culturale”, (nozione che viene fornita attualmente dall’art. 10 del “Codice Urbani”) è un aspetto critico della materia che ci trasciniamo da almeno 15 anni, e cioè dal momento in cui il “Codice Urbani” con il suo art. 10 divenne Legge dello Stato (D. Lgs.vo 22 gennaio 2004, n. 42).

In realtà, quindi, la causa dell’allarme non dovrebbe essere tanto il d.d.l. in corso di approvazione quanto piuttosto la ridefinizione (e ri-perimetrazione) della nozione di “bene culturale”.

Detto questo e non entrando nel merito della serietà o meno delle piattaforme utilizzate per lanciare queste “petizioni” nè dell’efficacia, attendibilità e credibilità delle “firme” così ottenute, come N.I.A. abbiamo pensato di non creare un’ulteriore “petizione” e di lasciare la piena libertà di coscienza agli iscritti di appoggiare o meno le petizioni già in itinere.

La nostra Associazione infatti non è un “ente di categoria” e annovera fra i propri iscritti collezionisti e commercianti così come esponenti delle Forze dell’Ordine appassionati di numismatica, studiosi e pubblici funzionari cultori della materia.

Quindi, come è giusto che sia in un Associazione pluralista e di liberi pensatori, ciascuno deciderà in piena libertà di coscienza se appoggiare o non appoggiare le petizioni, a cui va comunque tutta la nostra attenzione e rispetto.

Per quanto ci riguarda, stiamo riprogrammando per il Convegno di marzo prossimo un nuovo incontro sul tema, al quale abbiamo invitato (e ci terremo moltissimo che possano intervenire) Esponenti della Soprintendenza di Torino e del Nucleo CC. T.P.C. del Piemonte, che con i nostri associati della Guardia di Finanza (Col. Luppino) e dei CC. (Col. Fardella Mungivera) e l’eventuale pubblico in sala, potranno dare vita ad un incontro franco ed informale, per dimostrare in concreto (magari, perchè no, anche mediante esempi pratici di “vita numismatica vissuta”…) il grande disagio che ormai da tempo attraversa il collezionismo ed il mercato numismatico italiano.

L’auspicio è sempre quello che il dialogo fra le varie Componenti possa far superare le incomprensioni normative, che non sono soltanto viste come ingiuste ed afflittive da una certa parte della “barricata”, ma rappresentano spesso un problema anche per chi, in buona fede, le deve interpretare dall’altra parte.

Saluti.

Il Presidente Michele Cappellari



Premio Letterario N.I.A. per opere edite e inedite di numismatica – 2a edizione 2019

La N.I.A. Numismatici Italiani Associati, organizza per l’anno 2019, la 2a edizione del concorso letterario per opere in lingua italiana di contenuto numismatico.
La scadenza della consegna delle opere è posticipata al 30 aprile 2019.


Info e regolamento


Campagna abbonamenti 2018-2019

  • Perché associarsi

    Per sostenere lo sviluppo della Cultura Numismatica in tutte le sue forme.
    Perché attraverso l’Associazione sosterrete e tutelerete il vostro diritto a collezionare, a lavorare e a coltivare questa stupenda disciplina che è la Numismatica, in nome della quale ci troviamo uniti.

  • Come associarsi

    L’iscrizione alla N.I.A. è aperta a tutti: commercianti, collezionisti, studiosi, semplici amatori.

  • Lettera ai soci